Il nostro piccolo

Qui bisogna che ci si organizzi. Che si apra una visione un po’ più a lungo termine delle nostre giornate, finora vissute un po’ come veniva, unendo al lavoro da casa – che ha i suoi orari – la cura delle bimbe. Io non so e non lancio ipotesi su quando riapriranno le scuole né su quando riprenderanno tutte le altre attività, ma ho la sensazione che non succederà a breve perciò sento l’esigenza di stabilire una nuova routine, provvisoria, che – al di là della giusta dose di preoccupazione – ci permetta di non vivere in attesa che il tempo passi.

Continue reading “Il nostro piccolo”

E io vi darò ristoro

Mani intrecciate su Bibbia

Ieri sera io e Poldo eravamo piuttosto abbacchiati: siamo stanchi, siamo nervosi, siamo saturi e fatichiamo a trovare del tempo per noi. È un periodo intenso complicato dalla mancanza di sonno – Chiarapunzel sembra aver deciso di adeguarsi alla sua diagnosi riducendo il suo bisogno di dormire – e in certi momenti abbiamo la sensazione di non farcela più.

Continue reading “E io vi darò ristoro”

Fuori

Uscita. Mi hanno dimessa. Ricovero finito. FI-NI-TO. Un altro graditissimo regalo di compleanno. Continuerò la terapia a casa, farò prelievi e visite ma non avrò più un accesso venoso sempre con me e sarò libera di muovermi, anche se ancora con calma. Vuol dire che sto guarendo, che sono quasi guarita, che la terapia ha funzionato e che tra qualche mese – quando avrò eliminato tutti i farmaci – potrò considerare archiviato questo brutto episodio.

leggi tutto